BV by DF3CB

BV Article in Radio RivistaIn "Radio Rivista" 6/2001

Di Roberto Pagano, IV3IYH, K2MRZ

Un altro programma per la stampa di QSL ed etichette? A che scopo? Di pacchetti software per la gestione del log di stazione ce ne sono gia´ a bizzeffe e tutti quanti gestiscono le cartoline. Diciamo che BV e´ qualcosa di piu´, o meglio di diverso.

Un pó di storia

Nel 1989 Ben, DF3CB, si trova a gestire le QSL di LX7A, uno dei mega multi-multi del Bavarian Contest Club (ricordate?): circa 30.000 QSO ed una valanga di cartoline in arrivo a cui rispondere. Per velocizzare il lavoro Ben inizia a scrivere un programma chiamato BV - che gli consenta di stampare il maggior numero di QSO su di una singola etichetta, risparmiando cosí tempo e cartoline. Il programma doveva essere strutturato in maniera da poter gestire le QSL in arrivo: trovare i QSO di cui era richiesta la conferma, selezionarli e, se necessario, raggrupparli su di una singola etichetta. Tutto questo in maniera rapida ed efficace.

Ben presto poi viene aggiunta la possibilitá di stampare le etichette in ordine di bureau oppure raggruppandole in sequenza.

Questa applicazione DOS si diffonde cosi´ tra i soci del BCC riscuotendo un certo successo. Le feature del programma aumentano: la principale e´ la possibilitá di gestire piú log contemporaneamente: questo fa diventare BV popolare tra appassionati di contest, spedizionieri e QSL manager di stazioni DX.

Gli anni passano ed arrivano le nuove stampanti laser ed a getto d´inchiostro: nel 1998 appare la prima versione di BV in ambiente Windows. Le limitazioni date dal formato dell´etichetta e dal tipo di stampante prima necessariamente ad aghi - scompaiono ed il software diventa estremamente flessibile. Con la diffusione del programma tramite internet aumenta ancora la diffusione del pacchetto e con un sempre maggior numero di utenti vengono introdotte nuove funzioni. Vediamo il programma un po´ piú in dettaglio.

Il log

Tutte le funzioni relative ad importazione, esportazione e manutenzione di log sono contenute nella finestra Tools. BV puó ora leggere, convertire ed esportare un numero notevole di formati: oltre agli ormai universali Cabrillo, CT di K1EA (file .RES e .ALL), NA di K8CC ed RTTY di WF1B e´ possibile convertire i QSO da svariati programmi di log, tra i quali DXBase, Swisslog, Toplog, YPLog etc. In piú, viene supportato il formato ADIF ormai uno standard molto diffuso -e si possono importare file generici in formato .DBF.

Quindi BV puo´ essere anche utilizzato come programma di conversione qualora si voglia passare da un formato all´altro: io, ad esempio, l´ho usato per convertire i miei log da file .DBF in ADIF per importarli poi in altre applicazioni.

Il programma consente, tra l´altro la creazione di macro e permette di selezionare fino a 32 log che possono essere caricati in automatico all´avvio del programma.

Una delle caratteristiche notevoli é proprio la possibilitá di importare e gestire contemporaneamente un gran numero di log in formato diverso, anche relativi a nominativi differenti: chi é manager di piú stazioni puó importare tutti i log dei propri assistiti e metter mano alla pila di cartoline in arrivo senza dover prima dividerle per nominativo e caricare un file alla volta.

Definizione della grafica dell'etichetta

Contrariamente alla versione DOS, BV dalla release 6 in poi permette di personalizzare al massimo l´etichetta inserendo campi, stringhe di testo, forme geometriche ed immagini oltre che scegliendo font e colori a piacimento. Tutto con un sistema drag&drop veramente pratico e semplice da apprendere.

Queste funzioni sono raggruppate nella finestra Label Designer.

Poiche´ molte stampanti laser ed inkjet possono stampare direttamente sulle QSL inserendone qualche decina alla volta, basta disegnare l´etichetta in funzione della cartolina a disposizione, scegliendo di stamparne una per foglio. In questo modo si risparmiano tempo, fatica ed etichette.

Nel pacchetto di installazione sono comunque inclusi alcuni layout-tipo giá pronti, incluso uno per la stampa direttamente sulle cartoline.

La gestione dei log

Una volta importati, i log possono essere gestiti come in qualunque altro programma: si possono cioe´ effettuare ricerche per nominativo, data, ora etc. I record possono essere cancellati o modificati (prima o poi, capita sempre un nominativo sbagliato). BV tra l´altro gestisce le QSL per gli SWL con verifica dei dati del rapporto di ascolto: per cui niente piú scuse per non rispondere alle stazioni di ascolto.

Le opzioni di stampa

Sono troppe per descriverle tutte in breve: basti solo dire che la flessibilita´ del software é tale da soddisfare anche l´utente piu´ pignolo.

Particolarment utili a mio avviso - sono i due metodi per l´ordinamento della coda di stampa: in modalitá Direct answering cioé quando si risponde alle QSL dirette le etichette vengono stampate nello stesso ordine in cui si sono processate le cartoline ricevute. In modalitá Bureau answering la coda di stampa viene ordinata in modo da raggruppare le etichette secondo il bureau di appartenenza. In pratica tutti i nominativi facenti parte di un certo bureau vengono stampati di seguito (es. KP4AAA insieme a NP4AAA e WP4AAA, 2M0XYZ con GM0XYZ e MM0XYZ etc.) verificando il country corretto.

I QSL manager

Il programma gestisce un database di QSL manager che si interfaccia direttamente con i log caricati: se presente, il manager puo´ essere stampato automaticamente nell´etichetta. Il database fornito con il pacchetto di installazione é vuoto ma é possibile importare file esterni in vari formati, oltre che digitare manualmente i record.

Il database viene aggiornato automaticamente se il log importato é in formato ADIF e contiene il campo manager segnalato dal tag <QSL_VIA>.
Ovviamente sono previste varie opzioni per la manutenzione del database: importazione ed esportazione di file, ricostruzione indici etc.

Come ottenere BV

Il programma é freeware ed é fornito as is, cioé senza alcuna garanzia: lo si scarica dal sito www.df3cb.com/bv e lo si installa senza bisogno di registrazione. Per girare necessita del Borland Data Engine (BDE) che é incluso nel pacchetto di prima installazione. Aggiornamenti del programma sono periodicamenti inseriti nell´URL di cui sopra.

Al momento un manuale vero e proprio non esiste ma l´help in linea (in inglese) é chiarissimo e piú che sufficiente per installare e configurare sia il programma che il Data Engine e sfruttarne appieno le potenzialitá.

Infine due parole sulla configurazione minima: almeno 7MB di spazio libero su HDD, processore Pentium e sistema operativo Windows 9x o NT: dalla release 7.0 in poi sará anche compatibile con Windows 2000. Unico punto dolente: la memoria: sono consigliabili almeno 64 MB, specie se si manipolano log di una certa dimensione.

Buone QSL a tutti!